ARCHIVIO 2008

      News

      09/09/2008

      La 2░ Edizione di Sulla Rotta D'Imperia

       44  barche partecipanti, fra queste una che ha fatto piangere di commozione chi, alle Grazie, le diede forma: Armelea. E' stato il  motorsailer armato a ketch bermudiamo - progettato da Franco Anselmi Boretti e costruito nel 1968 al Cantiere Valdettaro  (allora gestito dai fratelli Gildo e Francesco Firpi) - la star del raduno, con l'imponenza dei suoi 23 metri di lunghezza e 297 metri quadrati di velatura. Una presenza che, in parallelo all'ammirazione diffusa, si è risolta in un omaggio ai maestri d'ascia, ai lavoratori che  la costruirono e ai marinai che la fecero navigare nel Mediterraneo, rendendola 'ambasciatrice' dell'ingegno graziotto.

      Fra gli elementi caratterizzati del raduno del 2008 anche la parata che le imbarcazioni dedicarono alla Polizia di Stato impreziosendo la cerimonia del 50° anniversario di fondazione del Nucleo sommozzatori  che ha la sua base operativa nel promontorio del Pezzino. Le signore del mare hanno sfilato davanti ad una nutrita platea di autorità: ciò è avvenuto prima di confrontarsi in regata, offrendo un grande spettacolo per l'intero golfo. Ma anche a terra, nel piazzale del cantiere, forti sono state le emozioni nella ritessitura della memoria del paese e sopratutto del passaggio in esso di Giuseppe Garibaldi, celebrato nella sua versione di 'comandante'. Il suo primo comando nautico lo vide al timone di un brigantino che si chiamava "Nostra Signora delle Grazie". Secondo ricerche condotte da Alberto Vignali fu costruito alle Grazie.

      Il  momento religioso del raduno, con la messa nel piazzale del cantiere in occasione dell'anniversario dell'incoronazione del quadro della Madonna delle Grazie, ha portato a coronamento un'operazione avviata nel precedente meeeting di barche d'epoca, due anni prima, quando gli armatori erano stati chiamati a contribuire al finanziamento necessario per la realizzazione della scultura della patrona nel lunotto della facciata della chiesa; l'opera d'arte, realizzata da Gloria Bertolone, è stata inaugurata il 4 settembre, con un suggestivo gioco di luci.

      A fare da cornice le mostre degli artisti Emanuela Tenti, Massimo Alfano, Luca Ferron, Silvia Scarpellini, e quella fotografica di Francesco Rastrelli. Ammirate le esposizioni di utensili del maestro d’ascia provenienti dalla collezione-museo di Pietro Ricci e degli antiquari Magazzini Navali, Corsaro e Galleria 900, con l'allestimento studiato dall'architetto Stefano Faggioni.  

       

      Photo

      VIDEO

      Regate

      Regate 2008

      44 barche partecipanti, fra queste una che ha fatto piangere di commozione chi, alle Grazie, le diede forma: Armelea.
      E' stato il motorsailer armato a ketch bermudiamo - progettato da Franco Anselmi Boretti e costruito nel 1968 al Cantiere Valdettaro (allora gestito dai fratelli Gildo e Francesco Firpi) - la star del raduno, con l'imponenza dei suoi 23 metri di lunghezza e 297 metri quadrati di velatura. Una presenza che, in parallelo all'ammirazione diffusa, si è risolta in un omaggio ai maestri d'ascia, ai lavoratori che la costruirono e ai marinai che la fecero navigare nel Mediterraneo, rendendola 'ambasciatrice' dell'ingegno graziotto.

      Le barche iscritte all'edizione 2008


      BARCHE ISCRITTE Cantiere Progettista L.f.t. Baglio Armo Anno Varo
      Armelea Valdettaro Franco Anselmi Boretti 23,04 5,78 Ketch 1969
      Artica II Marina Militare Sangermani John J. Illingworth 12,94 3,04 Yawl 1956
      Astra Camper & Nicholson Charles Nicholson 35,5 6,16 J class 1928
      Bella Seconda Gino D'Este Charles Nicholson 14,90 2,75 Sloop 1969
      Berenice Sangermani Cesare Sangermani 10,50 3,09 Sloop 1972
      Black Swan Camper & Nicholson Charles Nicholson 33,80 6,65 Ketch 1899
      Blow Up Sangermani Cesare Sangermani 9,98 3,00 Sloop 1969
      Bufeo Blanco Sangermani J. Laurent Giles 15,52 3,82 Cutter 1963
      Cadamà Cantiere Beconcini J. Laurent Giles 22,00 5,12 Ketch 1971
      Candida Camper & Nicholson Charles Nicholson 36,15 6,16 J class 1929
      Chaplin Sangermani Carlo Sciarrelli 16,75 4,25 Sloop 1974
      Classic 10 Euro Sailer Yacht Rodolfo Foschi 11,60 3,23 Cutter 2007
      Coppelia Newman & Son John Tew 9,52 2,70 Marconi 1951
      Dalgra III Baglietto Henry Copponex 9,45 1,90 5.5 mt. SI 1953
      Etesian C B Marine USA John Alden 20,17 4,70 Schooner 1926
      Fra Fratelli Archetti George Cockshott 3,66   Dinghy 12' 1983
      Grel Argo Carpentieri Franco Anselmi Boretti 15,00 4,00 Sloop 1968
      Iduna Cantiere De Vries Henri Willem De Voogt 33,50   Ketch 1939
      Il Moro di Venezia Carlini Cerman Frerr 20,40 5,08 Sloop 1976
      Ilda Ligure di Carpenteria Ligure di Carpenteria 11,20 2,60 Cutter 1946
      Jable Picchiotti Picchiotti 11,30   Motore 1968
      Kalipso Massimo Perinetti Charles Wittholz 5,20 2,45 Aurico 2005
      La Spina Baglietto Vittorio Vincenzo Baglietto 21,47 3,90 12 mt. SI 1929
      Lulworth White Bros Herbert W. White 36,87 6,60 Guff Cutter 1920
      Lunaria Carlini Carlo Sciarrelli 11,85 3,45 Sloop 1977
      Makara Gadanska Z.J. Milewski & M.F. Plucinski 10,00 2,55 Cutter 1964
      Manuela V Dario Salata Raymond Hunt 9,6 2 5.5 mt. SI 1960
      Marameo Merani J. Laurent Giles 9,20 2,50 Marconi 1965
      Marigold Camper & Nicholson Charles Nicholson 17,98 3,74 Cutter 1892
      Melisande Woodnotts Alfred Westmacott 9,30 2,60 Cutter 1928
      Mopi Pietro Tarabocchia Dante Ceschina 10,23 2,86 sloop 1952
      Namar Cantiere Beconcini Franco Anselmi Boretti 16,16 4,70 Ketch 1963
      Patience Camper & Nicholson Charles Nicholson 24,00 4,90 Cutter 1931
      Puritan Electric Boat Corporation John Alden 38,00 6,94 Schooner Aurico 1931
      Quinto Remo Paese di Cadimare n.d. 13,67   Caracca 2005
      Red J.A. Silver Ltd John Bain 23,95 4,60 Motor Sailer 1947
      Rondine II Sangermani Cesare Sangermani 17,65 3,80 Yawl 1948
      Stormvogel Lamtico Laurent Giles, Van de Stadt, Illingworth 22,72 4,88 Ketch 1961
      Tesse Porter Haylet Jack Giles 9,00 2,70 Sloop 1965
      Twilight De Cesari Scott Kaufman 14,60 4,45 Sloop 1980
      Zaca Garland Rotch Gerald Rotch 43,00 7,23 ketch 1929
      Zephir Alfred Lockart T. Herrison Butler 6,60   Cutter 1939
      Zigoela Checchi Ugo Faggioni 13,50 3,90 vela latina 1998
       

      Altri eventi

      Eventi 2008

      Fra gli elementi caratterizzati del raduno del 2008 anche la parata che le imbarcazioni dedicarono alla Polizia di Stato impreziosendo la cerimonia del 50° anniversario di fondazione del Nucleo sommozzatori che ha la sua base operativa nel promontorio del Pezzino.
      Le signore del mare hanno sfilato davanti ad una nutrita platea di autorità: ciò è avvenuto prima di confrontarsi in regata, offrendo un grande spettacolo per l'intero golfo.
      Ma anche a terra, nel piazzale del cantiere, forti sono state le emozioni nella ritessitura della memoria del paese e sopratutto del passaggio in esso di Giuseppe Garibaldi, celebrato nella sua versione di 'comandante'. Il suo primo comando nautico lo vide al timone di un brigantino che si chiamava "Nostra Signora delle Grazie". Secondo ricerche condotte da Alberto Vignali fu costruito alle Grazie.

      Il momento religioso del raduno, con la messa nel piazzale del cantiere in occasione dell'anniversario dell'incoronazione del quadro della Madonna delle Grazie, ha portato a coronamento un'operazione avviata nel precedente meeeting di barche d'epoca, due anni prima, quando gli armatori erano stati chiamati a contribuire al finanziamento necessario per la realizzazione della scultura della patrona nel lunotto della facciata della chiesa; l'opera d'arte, realizzata da Gloria Bertolone, è stata inaugurata il 4 settembre, con un suggestivo gioco di luci.
      A fare da cornice le mostre degli artisti Emanuela Tenti, Massimo Alfano, Luca Ferron, Silvia Scarpellini, e quella fotografica di Francesco Rastrelli. Ammirate le esposizioni di utensili del maestro d’ascia provenienti dalla collezione-museo di Pietro Ricci e degli antiquari Magazzini Navali, Corsaro e Galleria 900, con l'allestimento studiato dall'architetto Stefano Faggioni.